Stadyum Samsun: il nuovo stadio del Samsunspor dal terreno di gioco made in Italy

SAMSUN 19 MAYIS STADYUMU

Ubicazione: Samsun

Inizio lavori: agosto 2013

Fine dei lavori: 2017

Costo totale dell’opera: 106.928.000 Lire turche

Architetto: Ali Acar Insaat

Proprietario: Ente provinciale di Samsun

Uso e beneficiari: Samsunspor

Capacità: 33919 posti a sedere

Terreno: 105 x 68 in erba naturale

Altre caratteristiche: l’erba del terreno di gioco è stata importata dall’Italia

STORIA

La città turca di Samsun ha sempre avuto tantissima fame di calcio ed ora la sua gente può sperare di rientrare nella massima serie turca, grazie alla spinta economica e calcistica di un nuovo stadio. Il Samsunspor (club con sede in questa ridente zona del Mar Nero) ha cambiato impianto in estate e si è trasferito dal vecchio Stadio 19 Mayis al nuovo, più capiente e tecnologico Stadyum Samsun.
Le alte spese di ristrutturazione del vecchio campo sorto nel 1975 hanno costretto società, sindaco e governo, a creare nel 2011, un progetto, che portasse la nascità di un’arena del calcio, che potesse anche eventualmente ospitare le massime competizioni Uefa e Fifa.
Nonostante la mancata assegnazione degli Europei alla federazione turca, il rendering è stato portato avanti e perfezionato fino all’agosto 2013, periodo di inizio dei primi lavori. A fine luglio 2017 il Stadyum Samsun è stato finalmente completato e dichiarato a norma.


Il 6 agosto seguente l’impianto è stato inaugurato, ospitando la finale di Supercoppa di Turchia, che ha visto il Konyaspor sconfiggere per 2-1 il Besiktas, con i primi storici gol segnati nella nuova arena da Razack Traore e Nejc Skubic.
Lo stadio debuttante ha però retto male all’urto del tutto esaurito: due tifoserie calde come quelle di Konya e Istanbul hanno creato il caos, aprendo un punto interrogativo sulla sicurezza dei calciatori nella nuova casa del Samsunspor, su cui bisogna anche dire che ad oggi non ha più mostrato carenze o problemi nei match di 1.Lig dei padroni di casa.

DESCRIZIONE

Progettato dal gruppo Ali Acar Insaat, il nuovo stadio del Samsunspor (costato 106.928.000 lire turche) ha una capienza di 33919 posti a sedere al coperto. A differenza del vecchio campo, questa nuova opera è dotata di una copertura totale di color bianco e di due curve vicinissime al terreno di gioco .

L’impianto nel suo interno è dotato di seggiolini colorati in bianco-rosso (che ricordano i colori sociali del club) ed è privo di pista d’atletica leggera. Il terreno di gioco è totalmente in erba naturale, prodotta in Italia e importata da aziende italiane.

Il Stadyum Samsun è ispirato al Camp Nou di Barcellona ed è dotato di sistemi interni di drenaggio, raffredamento e ventilazione. La casa del Samsunspor è illuminata da 228 luci, sorvegliata da quasi 500 telecamere ed ha molteplici vie di fuga per eventuali evacuazioni lampo.

A differenza degli altri nuovi impianti in Turchia, questo nuovo stadio punta tutto quasi esclusivamente sulla sicurezza del pubblico sugli spalti, privilegiando altissimi standard in questo fattore, rispetto, al garantire servizi e comodità al pubblico. Una scelta spiegabile forse dalla elevatissima media spettatori, che il club biancorosso militante in 1.Lig ha sempre avuto.

FOTO

 

Lascia un commento