Road to Russia 2018: Turchia-Kosovo 2-0

All’Antalya Arena c’è il tutto esaurito e una coreografia contro il tentato golpe del 15 luglio scorso, insomma un’atmosfera che negli ultimi tempi in Turchia abbiamo imparato a conoscere piuttosto bene. Ospite il Kosovo, neo-nato come Nazionale ma ricco di esperienza internazionale grazie all’ottimo livello medio dei suoi interpreti in campo.

Turchia-Kosovo dunque è tutt’altro che una partita dall’esito scontato, nonostante le quote indicassero uno spiccato ed evidente squilibrio verso l’1. Gli uomini di Fatih Terim erano favoritissimi, eppure il primo tempo non segue le tante previsioni sparse per i siti web di scommesse. Una moltitudine di occasioni (non concretizzate) fissa il risultato sullo 0-0, con addirittura un palo di Berisha al termine della prima frazione a suggellare quello che sarebbe potuto essere un altro risultato. Va detto che il migliore in campo, fin lì, era stato Samir Ujkani: diverse le parate sui tiri turchi che non gonfiano la rete. 45 minuti e lo 0-0 resta fisso sui display (a loro volta alimentati dall’energia fotovoltaica raccolta attraverso i pannelli solari sul tetto dello stadio).

È la seconda frazione a portare nuove emozioni a Turchia-Kosovo, nonché un fondamentale cambio di punteggio. Fatih Terim è irrequieto, cambia Özyakup con Mallı: proprio il tedesco-turco appena entrato serve Yılmaz, che si gira a modo suo e batte Ujkani. 1-0, Turchia nettamente superiore e finalmente avanti anche nello score. Il ritorno di Arda Turan dà pepe ai movimenti offensivi della squadra, senz’altro aiutata dal livello meno alto dell’avversario (rispetto a squadre organizzate e più rodate come Ucraina, Islanda e Croazia). I ‘senatori’ (richiamato anche Selçuk Inan) dirigono il gruppo e rialzano il morale della truppa di Terim, da cui era assente Emre Mor (squalificato) e in cui ha esordito il promettente 19enne Cengiz Ünder (1997, scuola Altınordu). Per quanto riguarda il match, a suggellare l’iniziale vantaggio di Yılmaz ci ha pensato Volkan Şen: l’ala di Bursa trova il suo primo gol in Nazionale con una girata al volo di sinistro, dopo una traversa dello stesso Yılmaz.

2-0, con il Kosovo che ha provato a rientrare in partita in diverse occasioni ma ha trovato un buon Volkan Babacan. L’Istanbul Başakşehir entra anche nelle partite della Nazionale, in qualche modo. E Fatih Terim ricompatta il gruppo, anche grazie ai ‘senatori’.

LA CLASSIFICA DEL GRUPPO I:

Croazia 10
Islanda 7
Ucraina 5*
Turchia 5
Finlandia 1*
Kosovo 1

*una partita in meno

Lascia un commento