Europa League, prima giornata: figuraccia Fenerbahçe, OK il Besiktas

Si riparte con l’Europa League: prima giornata per Fenerbahçe e Besiktas, dopo le figuracce estive di Trabzonspor e Istanbul Basaksehir. Il calcio turco è in una situazione difficile, con il ranking UEFA in netto calo rispetto alle stagioni precedenti.

CROLLO – Se già le premesse non erano buone, il Fenerbahçe non ha fatto altro che peggiorare i discorsi. L’obiettivo di Vitor Pereira era ottenere 3 punti per poter arrivare al meglio contro Celtic e Ajax: nulla di tutto ciò, il Molde s’inventa la partita della vita ed espugna Istanbul. Inesistente il gioco del Fener, che schiaccia i norvegesi nel primo tempo ma non concretizza. L’arbitro regala un rigore agli ospiti, 0-1; immediato pareggio di Nani, ma l’offensiva dei Canarini di Kadikoy si ferma improvvisamente con l’avvio della ripresa. E’ lì che il Molde preme sull’acceleratore, lasciando sul posto i giallo-blu di Pereira. 1-2 con un bellissimo colpo di testa di Elyounoussi, 1-3 con un’incursione di Martin Linnes.

Il Fenerbahçe porta al calcio turco l’ennesima umiliazione di una stagione partita sotto i peggiori auspici. La Turchia si aggrappa dunque al Besiktas, atteso nella serata di Europa League dalla trasferta in terra albanese (a Corizza/Korçe) contro lo Skënderbeu.

LA TERRA DELLE AQUILE – Buona prova del Besiktas, che batte 1-0 lo Skënderbeu: decide José Sosa, su assist di un buon Cenk Tosun, preferito a Mario Gomez. La vittoria delle Aquile Nere, ora in testa al girone con il Lokomotiv Mosca che ha espugnato Lisbona, ridà un po’ di fiducia al calcio turco. Anche se le partite che decideranno il girone saranno altre, la prova del Besiktas ha lanciato segnali incoraggianti. Un bel gioco, secondo il credo di Gunes. Resta da verificare la condizione di Quaresma, impegnato in un’altra prestazione opaca. E’ Sosa a dare le impressioni più positive. Un Comandante, come richiesto in assenza di Oguzhan Ozyakup, affaticato. Ora si pensa alla Super Lig, con la netta sensazione di essere stati l’unico orgoglio della Turchia. Un po’ come l’anno scorso: il Besiktas porta a fatica la bandiera con la stella e la mezzaluna. Fenerbahçe e Galatasaray bocciate, senza se e senza ma.

Bruno Bottaro

Bruno Bottaro

Classe 1993, da Ponte San Pietro (Bergamo). Due anime: aspira a diventare giornalista sportivo con l’hobby della musica, in alternativa musicista con l’hobby del giornalismo sportivo. Fondatore di calcioturco.com, il primo ed unico sito italiano sul calcio in Turchia. Autore per MondoFutbol.com.
Bruno Bottaro