Europa League: Fenerbahçe e Osmanlıspor passano il turno in testa ai rispettivi gironi

La notte di Europa League in Turchia lascia buoni ricordi: Fenerbahçe e Osmanlıspor sganciano il pass per i sedicesimi, e lo fanno in grande stile, al primo posto dei rispettivi gironi davanti a grandi protagoniste del calcio europeo come Manchester United e Villarreal. Passerella del Konyaspor che viene beffato all’ultimo secondo dal KAA Gent.

La rovesciata di Moussa Sow (anzi, “röveşata”, come scrivono in Turchia) è un tormentone da settimane. Il senegalese aggiunge un’altra perla al suo repertorio ribaltando i pronostici ed espugnando Rotterdam. Eliminato il Feyenoord, la stessa squadra che aveva iniziato il girone di Europa League molto meglio del Fener abbattendo il Manchester United tra le mura amiche. Poi, nel doppio scontro tra Turchia e Olanda, il verdetto è passato nettamente dalla parte degli uomini di Dick Advocaat, abile nel leggere le partite e affidarle ai suoi “senatori” come Sow e Van Persie. Il gol dell’ex Lille al 22′ decide match, qualificazione e gruppo: primo posto per il Fenerbahçe, che relega il Man United al secondo posto e provoca un gustoso sorteggio dei sedicesimi alla gran parte delle prime classificate, a cui si aggiungono i “cugini” del Beşiktaş “scesi” dalla Champions League a causa del terzo posto nel girone dopo l’infausta notte di Kiev.

Positività e sorrisi anche ad Ankara. L’Osmanlıspor chiude il proprio girone davanti al favorito Villarreal battendo 2-0 lo Zurigo tra le mura amiche dell’Osmanlı Stadium. Decidono Delarge e Kiliçaslan, come sempre tramite veloci ripartenze che rappresentano la forza degli Ottomani. Festeggia il sindaco della capitale Melih Gökçek, promotore del progetto arrivato ben oltre le previsioni dalla sua fondazione nel 2014. La squadra di Ankara ottiene quello che i “cugini” dell’Ankaragücü non sono mai riusciti a fare, ovvero arrivare alle fasi post-girone di una competizione europea. Non ce la fa neanche il Konyaspor, battuto al 94′ da uno splendido missile di Coulibaly. Il Gent vince le due partite decisive contro i turchi e si qualifica, portando punti-ranking al Belgio. E questa, per la Turchia, è senz’altro la notizia peggiore della serata. Il Konyaspor saluta l’Europa con soltanto un punto e una lezione sulla mentalità con cui affrontare queste partite. Torneranno, le Aquile dell’Anatolia, e per quel tempo saranno sicuramente cresciute e più pronte.

Lascia un commento